ARTICOLO 1 – Applicabilità

1.1 A tutte le offerte e a tutti gli incarichi ad Atami fino alla vendita e alla consegna di prodotti da parte di Atami, inclusi tutti i servizi analoghi (di seguito “beni”), e a ogni contratto con Atami che ne risulta saranno applicabili esclusivamente le presenti condizioni.

1.2 L’applicabilità delle condizioni della controparte (di seguito “l’acquirente”) vengono in tal modo esplicitamente respinte.

1.3 In caso di conflitto tra le disposizioni del contratto e le presenti Condizioni di vendita generali prevarrà il contratto.

1.4 Ogni modifica o integrazione delle presenti Condizioni di vendita generali si intenderà valida soltanto in caso di esplicito accordo scritto.

ARTICOLO 2 – OFFERTE, MANDATI, STIPULA DEL CONTRATTO

2.1 Tutte le offerte di Atami non sono vincolanti e sono soggette a modifica o cancellazione.

2.2 Gli incarichi conferiti dall’acquirente hanno validità irrevocabile. Gli ordini dell’acquirente non sono vincolanti nei confronti di Atami.

2.3 Un contratto tra l’acquirente ed Atami viene concluso soltanto dopo che Atami lo ha confermato per iscritto.

2.4 Atami non vende i propri prodotti a persone fisiche che non agiscano per scopi attinenti all’attività imprenditoriale o professionale (consumatori) ed esclusivamente ai commercianti al dettaglio e all’ingrosso iscritti presso la Camera di Commercio.

ARTICOLO 3 – CONFORMITÀ, USO AUTORIZZATO E MANLEVA

3.1 Tutte le comunicazioni da parte di Atami di numeri, misure, pesi e/o altre indicazioni relativamente ai beni vengono effettuate con la maggior cura possibile. Atami non può garantire, tuttavia, che non si verificheranno irregolarità. Nel settore le irregolarità ricorrenti sono in ogni caso ammesse.

3.2 L’acquirente è tenuto a seguire attentamente le istruzioni nonché tutte le disposizioni di legge per quel che concerne la custodia e l’utilizzo dei beni come riportato anche nella documentazione (tra cui quella di cui si fa menzione sul sito di Atami www.atami.com) e sulla confezione.

3.3 L’acquirente, in caso di utilizzo dei beni consegnatigli, garantisce e si impegna a rispettare tutte le disposizioni di legge e le norme rilevanti e ad astenersi dall’uso improprio o illegale di tali beni.

3.4 Nel caso in cui l’acquirente agisca in contrasto con il secondo e il terzo comma del presente articolo, l’acquirente malleverà Atami per tutti i danni, sanzioni e altri diritti di terzi che siano la conseguenza dell’operato dell’acquirente in contrasto con i già citati commi dell’articolo.

ARTICOLO 4 – PREZZO

4.1 I prezzi forniti da Atami o concordati con Atami sono franco fabbrica (conformemente quanto stabilito a riguardo nell’ultima versione degli Incoterms come previsto dalla Camera di Commercio internazionale). I prezzi, quindi, non sono comprensivi di IVA, non sono comprensivi di eventuali dazi doganali di importazione ed esportazione, accise e altre tasse e oneri applicati o imposti in relazione ai beni e non sono comprensivi dei costi del trasporto.

4.2 Se e per quanto i prezzi si basino sui listini prezzi di Atami, vale il listino prezzi in vigore nel momento della consegna. Atami si riserva il diritto di adeguare i prezzi o di modificare il listino prezzi. In caso di adeguamento del prezzo o di una modifica del listino prezzi, Atami ne metterà a conoscenza l’acquirente per iscritto al più presto possibile comunque entro la data di entrata in vigore di tale adeguamento o modifica. Qualora l’acquirente non concordasse con l’adeguamento del prezzo proposto o con la modifica del listino prezzi, Atami ha la facoltà di risolvere il contratto, a decorrenza immediata e senza alcuna forma di compensazione all’acquirente.

ARTICOLO 5 – (TERMINE DI) CONSEGNA, ACQUISTO, CUSTODIA

5.1 Il termine di consegna inizia a decorrere a partire dalla stipula del contratto. Il termine di consegna viene prorogato per il periodo di tempo che corrisponde al tempo della ritardata esecuzione del contratto a causa di forza maggiore (come specificato nell’articolo 10 delle presenti condizioni). La consegna dipende dalla disponibilità e dalla sufficiente capacità, a meno che non sia stato stabilito diversamente. Se è stato stipulato un contratto, ma non vi è alcuna disponibilità o sufficiente capacità, Atami e l’acquirente si consulteranno in buona fede al fine di giungere a una soluzione.

5.2 Atami ha il diritto di ricorrere a terzi (di seguito “incaricati”) per l’esecuzione del contratto, o di sue parti.

5.3 A meno che le parti non abbiano concordato esplicitamente un’altra modalità di consegna, le consegne sono franco fabbrica (Ex Works) conformemente a quanto stabilito a riguardo nell’ultima versione degli Incoterms. Atami ha la facoltà di effettuare consegne parziali. Per l’applicazione delle presenti condizioni ogni consegna parziale verrà considerata come consegna a sé.

5.4 L’acquirente ha l’obbligo di acquisto. I beni devono essere presi in consegna completa nel luogo concordato e all’orario concordato per la consegna da o a nome dell’acquirente. L’acquirente provvederà a sufficienti possibilità di carico e scarico e a uno scarico veloce.

5.5 Nel caso in cui l’acquirente non prenderà in consegna o tarderà a prendere in consegna i beni, egli sarà inadempiente senza obbligo di costituzione in mora. In caso di mancata accettazione dei beni da parte dell’acquirente, il rischio inerente ai beni ricade sull’acquirente nel momento in cui Atami presenta i beni per la consegna conformemente al contratto o alle presenti Condizioni generali di vendita. Tutti i costi dovuti a tale mancata consegna verranno sostenuti dall’acquirente.

ARTICOLO 6 – IMBALLAGGIO

6.1 L’imballaggio, per quanto non si intenda monouso, tra cui sono inclusi, ma non limitati a, pallets, casse, container e altri mezzi di supporto per il trasporto, resta proprietà di Atami, anche qualora l’acquirente abbia versato una cauzione a tale scopo.

6.2 L’acquirente è obbligato a restituire gli imballaggi ordinati e puliti al più presto e non oltre la consegna successiva di Atami all’acquirente.

ARTICOLO 7 – TRASFERIMENTO DEL RISCHIO E DELLA PROPRIETÀ

7.1 Il rischio inerente ai beni ritirati da parte dell’acquirente passa all’acquirente nel momento in cui Atami presenta i beni per la consegna conformemente al contratto o alle presenti Condizioni generali di vendita.

7.2 Tutti i beni consegnati da Atami rimangono proprietà di Atami o di terzi aventi diritto fino al momento del completo pagamento di tutto ciò che Atami ha facoltà di esigere dall’acquirente in virtù del contratto di base e/o contratti precedenti o successivi della stessa natura, danni, costi e interessi inclusi. L’acquirente rinuncia anticipatamente a un eventuale diritto di ritenzione relativamente a quei beni e non requisirà/ farà sottoporre a sequestro quei beni.

7.3 L’acquirente è tenuto a mantenere e/o rendere identificabili i beni sui quali grava una riserva di proprietà a favore di Atami, e a separare questi tra loro e da tutti gli altri che si trovano presso l’acquirente.

7.4 Fino a quando Atami si riserva la proprietà dei beni consegnati, all’acquirente non è consentito alienare tali beni, ovvero far valere alcun diritto su di essi, diversamente da quanto previsto dall’esercizio della sua funzione.

ARTICOLO 8 – DIRITTO DI PROPRIETÀ INTELLETTUALE E INDUSTRIALE

8.1 Tutti i diritti di proprietà intellettuale e industriale relativamente ai beni consegnati e/o servizi forniti e/o tutti i know how ad essi relativi sono di titolarità di Atami o terzi aventi diritto, e non vengono trasferiti all’acquirente in seguito al contratto con Atami, neanche nel caso in cui i beni o i know how analoghi siano stati progettati, sviluppati o costituiti specificamente per l’acquirente.

8.2 L’acquirente informerà tempestivamente Atami nel caso in cui tale consapevolezza implichi che terzi violino o minaccino di violare i diritti di proprietà intellettuale e industriale o il know how di Atami o qualora terzi credessero che i beni di Atami violino i diritti di proprietà intellettuale e industriale o il know how.

ARTICOLO 9 – RISERVATEZZA

9.1 L’acquirente è obbligato a, e si impegnerà affinché egli e i propri funzionari, dipendenti e terzi che egli ingaggerà, manterranno la riservatezza su tutte le informazioni di cui essi verrano a conoscenza su Atami, perfino se tali informazioni non verranno considerate confidenziali, e si asterrà dall’uso diretto o indiretto delle proprie relazioni con Atami finalizzate ad attività promozionali o altre finalità senza il previo consenso scritto di Atami.

9.2 Qualora l’acquirente venisse obbligato a rendere pubbliche informazioni riservate da un tribunale o da un’ordinanza del tribunale, all’acquirente verrà soltanto permesso di rendere pubbliche informazioni di tale genere dopo aver ricevuto il consenso scritto di Atami. Atami non negherà un consenso di tale genere senza ragionevoli motivi.

ARTICOLO 10 – FORZA MAGGIORE

10.1 In caso di forza maggiore da parte di una delle due parti, l’esecuzione del contratto verrà sospesa totalmente o parzialmente fino a quando la situazione di causa maggiore si protrarrà, senza che una delle parti sia responsabile di qualsiasi forma di compensazione nei confronti della controparte.

10.2 Se ragionevolmente si può prevedere che la situazione di causa maggiore si protrarrà per oltre due mesi o se si protrae già da due mesi, la controparte ha la facoltà di risolvere il contratto con decorrenza immediata e senza l’intervento di un giudice, senza che ne consegua alcun diritto a un risarcimento del danno.

10.3 Per forza maggiore da parte di Atami si comprende in ogni caso: (a) circostanze relative a persone e/o materiale di cui Atami fa uso o di cui fa uso generalmente per l’esecuzione del contratto, che siano di natura tale da ostacolare l’esecuzione del contratto o che siano talmente problematiche e/o sproporzionatamente costose per Atami che da Atami non si può pretendere che essa esegua, o esegua nell’immediato, il contratto; (b) la circostanza per cui le prestazioni di una parte terza che siano rilevanti per la propria prestazione di Atami non vengono realizzate o non nella maniera giusta o non con puntualità; (c) scioperi e (d) guerra, disordini ed eventi simili.

ARTICOLO 11 – VENDITA, CONSEGNA A TERZI

11.1 La vendita, la consegna o il mettere a disposizione in altro modo da parte dell’acquirente a terzi dei beni consegnati da Atami all’acquirente deve avvenire nell’assemblaggio e nella confezione originali e integri dei beni per unità provenienti da Atami.

ARTICOLO 12 – INOLTRARE UN RECLAMO

12.1 L’acquirente è obbligato a ispezionare egli stesso o far ispezionare da una terza parte operante su mandato dell’acquirente i beni accuratamente subito dopo la presa in consegna. Eventuali reclami inerenti a difetti evidenti devono pervenire presso Atami non oltre i dieci giorni dalla consegna, in caso contrario ogni rivendicazione dell’acquirente nei confronti di Atami verrà a decadere. Tutti i reclami comprenderanno una descrizione accurata del difetto. I reclami non esonerano l’acquirente dal suo obbligo di pagamento.

12.2 Il reclamo da parte dell’acquirente inerente “difetti occulti” deve avere luogo entro dieci giorni dopo che tali difetti sono stati scoperti o ragionevolmente avrebbero dovuto essere scoperti, tuttavia, non oltre i sei mesi dopo la consegna, tranne se e nella misura in cui i beni hanno una data di scadenza e il difetto deriva da un termine di conservazione inferiore dei beni rispetto al termine di conservazione previsto, nel cui caso, inoltrare un reclamo è possibile fino alla scadenza del termine di conservazione.

12.3 Tutti i diritti sulla presentazione di una richiesta risarcimento del danno sono nulli o decadono se: (a) i beni da parte o a nome dell’acquirente sono stati trasportati, maneggiati, usati, trattati o custoditi in maniera inappropriata o in contrasto con le istruzioni fornite da o a nome di Atami; (b) i beni da parte o a nome dell’acquirente sono stati trasformati, mescolati con altri beni o sono cambiati; (c) l’acquirente agisce in contrasto con quanto citato nell’articolo 11 delle presenti condizioni.

12.4 In caso di un reclamo legittimo e puntuale l’acquirente sarà autorizzato esclusivamente o a una nuova consegna dei beni senza costi o all’accredito del valore di acquisto dei beni che evidenziano un difetto totale o parziale, ciò con consultazione reciproca tra le parti.

ARTICOLO 13 – ASSUNZIONE DI RESPONSABILITÀ E MANLEVA

13.1 Atami non è responsabile in nessun caso per danni indiretti o immateriali come, ma non limitatamente a, danni materiali e diretti, danni consequenziali, o danni da inattività e mancato reddito e guadagno, perdita di clienti, danni al nome e/o goodwill, a meno che un danno simile sia stato causato intenzionalmente o da colpa consapevole di uno dei membri del personale dirigente.

13.2 Atami non è mai responsabile nel caso in cui l’acquirente abbia usato i beni acquistati non conformemente alle istruzioni come riportato sulla documentazione relativa e sulla confezione, ovvero se l’acquirente ha usato i beni per finalità improprie o illegali.

13.3 In tutti i casi in cui Atami è obbligata al risarcimento del danno, questo non sarà mai superiore alla somma che l’assicuratore ha effettivamente corrisposto a tal fine, ovvero, qualora il danno non potesse essere assicurato, fino all’importo fatturato relativo alla consegna esclusa l’IVA.

13.4 L’acquirente metterà al corrente Atami per iscritto di qualsiasi danno che si è verificato entro 30 giorni dopo che l’acquirente avrà scoperto tale danno o lo avrebbe ragionevolmente potuto scoprire. Se Atami non verrà messa al corrente entro il termine di cui sopra, Atami verrà sollevata da ogni responsabilità relativamente a un danno simile.

13.5 Se una terza parte si rivolgerà ad Atami ai fini di un risarcimento di un danno per cui essa non è responsabile sulla base del contratto, l’acquirente manleverà Atami.

ARTICOLO 14 – RICHIAMO DEL PRODOTTO

13.1 Atami ha la facoltà di obbligare l’acquirente a ritirare dal mercato beni che egli ha messo in circolazione e che sono viziati da un difetto, ovvero sui quali potrebbe manifestarsi un difetto, entro un termine ragionevole che verrà stabilito da Atami. L’acquirente è tenuto a rispettare tale obbligo e tali istruzioni.

ARTICOLO 15 – PAGAMENTO E GARANZIA

15.1 Il pagamento deve avvenire senza sconto di qualsiasi natura anche nel momento concordato, o, se il momento non fosse stato concordato, entro 14 giorni dalla data di fatturazione, nella valuta indicata sulla fattura ed esclusivamente secondo le modalità indicate sulla fattura. Atami ha la facoltà di esigere in qualsiasi momento l’intero o parziale pagamento anticipato e/o diversamente di ricevere costituzione di garanzia per il pagamento a propria discrezione, nella forma di garanzia bancaria o fideiussoria.

15.2 Non appena l’acquirente avrà omesso un qualsiasi pagamento, Atami avrà la facoltà di esigere dall’acquirente il pagamento di tutti i crediti e anche rispetto a tali crediti avrà inizio immediatamente l’inadempimento senza obbligo di costituzione in mora.

15.3 L’acquirente rinuncia a qualsiasi diritto di rimborso degli importi reciprocamente dovuti. Inoltrare un reclamo non solleva l’acquirente dall’obbligo del pagamento.

ARTICOLO 16 – CESSAZIONE

16.1 Atami ha la facoltà di sospendere l’esecuzione del contratto ovvero a propria discrezione di risolvere il contratto mediante una dichiarazione scritta e senza precedente costituzione in mora, notifica o intervento di un giudice, totalmente o parzialmente, con decorrenza immediata a propria discrezione riservandosi tutti i propri diritti spettanti a titolo di risarcimento dei costi e del danno: (a) se una parte viene meno non puntualmente, o non completamente, a uno o più obblighi che le competono derivanti dal contratto, o nel caso in cui sia certo che l’adempimento sarà impossibile senza manchevolezze; (b) l’acquirente viene dichiarato fallito o viene imposto o concesso il suo fallimento o la (temporanea) moratoria di pagamento, nel caso in cui la propria impresa venisse sciolta o le attività venissero cessate, o diversamente appare insolvente; (c) se a giudizio di Atami si verificano cambiamenti radicali negli assetti proprietari o nelle relazioni di controllo diretti o indiretti presso l’acquirente.

16.2 Atami è altresì autorizzata a risolvere il contratto a propria discrezione totalmente o parzialmente, qualora da parte di o a nome dell’acquirente in relazione alla stipula o all’esecuzione del contratto venisse offerto o procurato un qualsiasi vantaggio a una persona facente parte di Atami.

16.3 Entrambe le parti, inoltre, sono autorizzate a risolvere il contratto conformemente l’articolo 10.2 (forza maggiore) delle presenti condizioni.